Venice On Board è una Associazione Sportiva Dilettantistica senza fini di lucro, nata nel 2014 (ovviamente a Venezia) grazie alla tenacia di tre giovani veneziani innamorati della loro città che avevano un obbiettivo ben preciso in mente:

Trasmettere la propria passione per la voga e la vela veneta a quelle persone che vogliono vivere Venezia e la sua laguna nel modo più autentico possibile! Questo doveva essere fatto in modo divertente e coinvolgente e doveva essere adatto sia per chi vive in città, sia per chi la visita solo per pochi giorni

Uno degli ostacoli è per l’appunto un problema che riguarda la visione dei veneziani della voga alla veneta e della vela al terzo.

La voga ed in generale le barche a remi, a partire dal XX secolo, hanno perso la loro originaria funzione di mezzo di trasporto.

Quello che una volta era il modo più comune di spostarsi all’interno dei canali e della laguna è diventato principalmente uno sport competitivo.

Dalle più famose regate quali la Regata Storica e la Voga Longa alle competizioni tra sestieri (così vengono chiamati i quartieri veneziani) la voga è diventata uno sport praticato da una sempre più ristretta cerchia di veneziani.

Questo ha purtroppo allontanato la maggior parte degli abitanti da quello che è il modo più autentico di vivere la città.

Ancor più difficile da approcciare è diventata la vela al terzo. Questo una volta era il modo di navigare più veloce e con cui venivano impiegate le barche tradizionali per viaggi lunghi o per il trasporto di materiali.

Questa disciplina è stata dimenticata dalla maggior parte degli abitanti e, nonostante sia un modo di navigare molto più semplice da affrontare e sia estremamente meno costoso rispetto alle barche a vela utilizzate nel resto del mondo, solo una strettissima cerchia continua a praticarla.

In questi anni abbiamo avuto la possibilità di incontrare un sacco di veneziani e di turisti che ci hanno supportato e che sono rimasti entusiasti di quello che facciamo ma soprattutto di come lo facciamo.

Questo pero’ non è successo subito. Il viaggio è stato veramente duro.

Eravamo certi, come lo siamo tutt’ora, che condividere con delle persone speciali una tradizione meravigliosa sia l’unico modo di far sì che questa tradizione prosperi e continui ad essere tramandata nei secoli come lo è stato fino ad oggi.

Il problema è che ora le condizioni sono molto più insidiose rispetto ad una volta.

Abbiamo bisogno di altri veneziani e di altri visitatori per sostenere le nostre attività.

Il mondo sta cambiando troppo velocemente. Questo pero’ non deve farci dimenticare da dove veniamo. Dobbiamo salvaguardare le nostre tradizioni ed il nostro modo di vivere.

Dobbiamo creare un connubio tra modernità e tradizione.

Per fare cio’ ci servono altri navigatori che salgano a bordo e prendano in mano il timone! 😉

 

Vai alla pagina attività e scegli quella che fa per te!